Giuseppe Colitti

Cantare per comunicare


UNA REGIONE NELLA REGIONE
Giuseppe Colitti, nelle sue transumanze antropologiche, approda al Cilento, che, in questo particolare momento storico, sta vivendo una nuova, meritata stagione di riscoperta culturale e turistica. Chi scrive, che, come tutto il Sud, ha da sempre amato e attraversato anche questa terra, questo mare e, con essi, la loro gente, ha concepito e confermato l’idea che, ancora una volta, trattasi di una regione nella regione, con caratteristiche proprie, che non possono essere superficialmente confuse con quelle di altre, diverse parti della Campania. Bisognerebbe, a tal punto, aggiungere che non esiste un solo Cilento, ma che ce ne sono diversi, segnati profondamente da una geografia e storia, davvero differenti, che attendono ancora di essere indagati sia linguisticamente che letterariamente.

Con Colitti si è ormai instaurato un feeling culturale e umano, che risale ai tempi, ormai lontani, del suo fortunato volume, L ’altra America, particolarmente promosso dallo scrivente, e che si è rinsaldato attraverso una frequentazione amicale, che ha consentito certamente una collaborazione più intensa, caratterizzata da una condivisione di problemi e prospettive, non sempre agevole e diffusa, tra critico ed autore, documentata peraltro esplicitamente dalla Premessa a questo volume dell’autore, che ha “rubato”, con il mio pieno e simpatico consenso, il titolo di una presentazione a un suo volume, dedicato al Vallo di Diano.

Pubblicato nel mese di settembre 2017 da Printì – Manocalzati (AV)

Comments are closed.

© 2019 Giuseppe Colitti | Entries (RSS) and Comments (RSS)

Colitti Giuseppe - Tutti i diritti riservati